UVA E ZUCCA, GUSTO E SALUTE AUTUNNALI

Quando cambiano le stagioni cambiano anche i colori e i sapori che possiamo incontrare sui banchi dei fruttivendoli o dei supermercati. E ora che l’autunno si avvicina, tra i protagonisti di questo cambiamento così ricco di gusto, ci sono un frutto e un ortaggio particolarmente apprezzati: oltre a essere buoni, sono anche ricchi di nutrienti importanti per il benessere del nostro organismo e perfetti per chi vuole seguire un’alimentazione sana e bilanciata. Scopriamo quali sono.

UVA, BENESSERE A GRAPPOLI

Dal sapore dolce, zuccherino, l’uva è senza dubbio la regina della tavola nella stagione autunnale. Le sue proprietà benefiche sono riconosciute fin dall’antichità, al punto che esiste persino una dieta depurativa composta interamente, o quasi, di uva: la cosiddetta ampeloterapia.

Per godere dei benefici di quest’alimento però, non c’è bisogno di ricorrere a una soluzione così drastica, ma soprattutto non bisogna mai farlo senza il consiglio di un esperto.

L’uva, infatti, contiene un elevato quantitativo di glucosio e di fruttosio e per questo non è adatta a chi soffre di problemi di glicemia. Tuttavia, questo frutto è un vero concentrato di sostanze preziose per il nostro benessere. Uno dei suoi principali effetti è l’azione antiossidante. Specialmente nella variante nera, l’uva è ricca di flavonoidi, antiossidanti naturali che ostacolano la formazione dei radicali liberi e contribuiscono a contrastare il colesterolo cattivo.

La buccia poi contiene il resveratrolo, una sostanza antinfiammatoria e antiossidante che ci aiuta a rendere il sangue più fluido e quindi ci protegge dalle malattie cardiovascolari.

Molto potente è anche il suo potere depurativo: aiuta infatti il fegato a smaltire le tossine e svolge un ottimo effetto detossinante per tutto il nostro organismo.

Nella buccia e nella polpa poi sono contenute moltissime vitamine, in particolare le vitamine A, C e K, che contribuiscono a rinforzare le nostre difese immunitarie, cosa particolarmente importante in questo periodo dell’anno.

L’elevato contenuto di zuccheri e un altro tipo di flavonoide, la quercitina, contribuiscono invece a vincere la spossatezza apportando energia, ed è quindi ideale per chi pratica sport. L’uva poi è anche ricca di minerali come il boro, che favorisce l’assorbimento del calcio e che quindi ci aiuta a prevenire l’osteoporosi, ma è ricca anche di ferro, che ci aiuta in caso di anemia.

Infine, l’uva è preziosa anche per la salute della pelle. Gli antiossidanti che contiene rendono l’epidermide più giovane e più luminosa.

ZUCCA, VERSATILITÀ E SALUTE

L’altra protagonista della stagione autunnale è la zucca, ortaggio che però possiamo trovare fino a febbraio vista la sua capacità di essere conservata a lungo. Ce ne sono molte varietà, tutte importate dagli spagnoli dopo la scoperta dell’America. Ogni varietà si presta, con poca spesa, a infinite ricette salate ma anche dolci. Cento grammi della dolcissima polpa di quest’ortaggio apportano circa 18 calorie e contengono carboidrati, proteine, lipidi e vitamine. In particolare, contiene vitamina A, antiossidante in grado di aiutarci nella protezione della vista; C, importantissima per le difese immunitarie e per la sintesi del collagene; E, altro antiossidante; e B un gruppo di vitamine fondamentali nei processi metabolici.

La zucca è ricca anche di sali minerali: potassio, importante per la salute cardiovascolare; calcio, magnesio e fosforo, fondamentali per la salute delle ossa; e altri antiossidanti come il selenio e il manganese.

Il suo contenuto di fibre, unito alla quantità d’acqua che ha al suo interno, aiuta il transito intestinale e stabilizza l’equilibrio della flora intestinale. Le fibre hanno anche un altro vantaggio, in quanto aiutano a mantenere il senso di sazietà e diminuiscono l’assorbimento degli zuccheri. La zucca è quindi ottima per chi soffre di diabete o per chi deve affrontare una dieta dimagrante.

Quest’ortaggio poi è anche fonte di triptofano, un aminoacido precursore della serotonina, il famoso ormone del buonumore, e della melatonina che favorisce il giusto ritmo sonno/veglia.

Se parliamo di zucca, tutti noi pensiamo per prima cosa alla polpa, consumata da sola o in abbinamento ad altri squisiti ingredienti come il risotto, nei ripieni, negli gnocchi, nelle torte salate o addirittura nei dolci, grazie al suo sapore naturalmente dolce che si abbina perfettamente al cioccolato.

Un ruolo importante però lo hanno anche i semi buonissimi, abbrustoliti e leggermente salati. Questi sono ricchi di fibre e acidi grassi, come gli omega 3, utili nella prevenzione delle malattie circolatorie e nel contrastare il colesterolo, apportano zinco e magnesio contribuendo al benessere di ossa, cuore e pressione arteriosa.

Lafarmacia n°3 Settembre – Ottobre 2020

Autore articolo: Ilaria Sicchirollo