SISTEMA IMMUNITARIO, LO SCUDO CONTRO I MALANNI DI STAGIONE

Arrivano i primi freddi e con loro i primi malanni. C’è, nel nostro corpo, un alleato formidabile nella lotta contro le malattie stagionali: il nostro sistema immunitario, lo scudo e la protezione che il nostro organismo schiera per difendersi dall’attacco di virus e batteri.
Proprio come disponiamo di barriere anatomiche – come la pelle, le ciglia, la saliva, le lacrime – capaci di tenere a distanza sostanze estranee allo stesso modo il sistema immunitario è in grado, attraverso i globuli bianchi, di isolare ed espellere gli agenti patogeni.
Questa capacità di proteggerci è uno degli aspetti più misteriosi del nostro corpo umano, un tesoro da preservare ricordando che si tratta di un “sistema” e non di una singola entità e che quindi, per funzionare bene, ha bisogno di equilibrio, armonia e un mix di diversi fattori, dalla dieta fino all’attività fisica.

ABBASSAMENTO DELLE DIFESE: CAUSE E RIMEDI

Sono molti i motivi per cui la potenza del nostro sistema immunitario può ridursi. Dallo stress alla dieta squilibrata, dall’eccesso di fumo e alcool alla carenza di sonno: sono numerosissime le ragioni che intaccano l’efficacia di questo sistema contro gli agenti esterni.
Ci sono anche però dei problemi di salute seri e cure particolarmente invasive che possono comprometterne l’efficacia, ma, nella grandissima parte dei casi il buon funzionamento del nostro sistema immunitario dipende da noi e dai nostri comportamenti. Inoltre, in questi mesi in cui abbiamo a che fare con un ospite sgradito come il Covid-19, abbiamo fatto nostre alcune pratiche igieniche utilissime per proteggerci dagli attacchi di virus, batteri e funghi. Mani lavate spesso con il sapone e mascherina ben indossata sono, insieme al distanziamento sociale, la tattica più efficace per spezzare la catena dei contagi.

Il sistema immunitario però, si aiuta anche a tavola. Alcuni alimenti, infatti, hanno dei superpoteri e sono in grado di aumentare le capacità di difesa. D’altro canto, la mancanza di alcuni nutrienti può intaccare le performance dell’intero sistema immunitario.
Il menu per nutrirlo a dovere comprende: vitamine, minerali, proteine e antiossidanti, veri amici del benessere. Ecco dove possiamo trovarli:

    • Cereali e farine integrali, broccoli, spinaci e avocado sono ricchi di vitamina B6;
    • Latte, formaggi, uova, frutti di mare apportano la vitamina B12;
    • Uva, peperoni, ribes nero, timo, prezzemolo, rucola, cavolo, cime di rapa, broccoli, verze e agrumi e kiwi sono ricchissimi di vitamina C;
    • Frutta secca, cereali integrali, kiwi, avocado, oli vegetali sono fonti ricchissime di vitamina E;
    • Pesci come il tonno, il salmone e le sardine, gamberi, formaggi, burro e rosso d’uovo apportano importanti dosi di vitamina D;
    • Fegato, peperoncino, carote, albicocche secche, zucca, prezzemolo, pomodori maturi, broccolo e cavolo verde contribuiscono alla dose di B-carotene;
    • Pesce e carne, avena e legumi contribuiscono all’apporto di antiossidanti come selenio e zinco;
    • Carne e lenticchie, uova sono ricchi di ferro e rame, metalli fondamentali per la produzione di anticorpi.

In generale bisogna mantenere una dieta varia e ricca di frutta e verdura, ideali per mettere il nostro organismo nelle migliori condizioni per contrastare i malanni di stagione.

Anche un intestino sano è un’ulteriore barriera contro le possibili infezioni: per mantenerlo in forma si può ricorrere anche ai prebiotici e probiotici, da assumere sempre sotto supervisione del medico e del farmacista di fiducia.

BUONE ABITUDINI DA ASSUMERE
Sonno, attività fisica regolare, no al fumo e meno stress: queste sono le buone abitudini e le regole per aiutare le nostre difese immunitaria a lavorare sempre al massimo.
Il riposo notturno è molto importante: durante le ore di sonno, l’organismo si attiva per contrastare le infezioni e le infiammazioni. Si “ripara” da solo: ecco perché è fondamentale concedersi almeno sette o otto ore di sonno al giorno.
Lo stesso vale per l’esercizio fisico moderato e costante, migliora infatti la risposta immunitaria e il metabolismo, contrastando anche i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.
Sulla questione fumo, l’argomentazione è scontata: fa male. Spegnere per sempre la sigaretta è l’unica strada per restare in salute.
Infine, lo stress, che andrebbe allontanato il più possibile. Quando siamo in ansia, infatti, le nostre difese ne risentono. Sotto stress rilasciamo alcuni ormoni, come l’adrenalina, dopamina, norepinefrina e cortisolo, che diminuiscono la capacità di produrre linfociti, i globuli bianchi che aiutano a combattere virus e batteri nocivi.