Buone abitudini alimentari d’autunno

La ruota degli alimenti gira insieme alle stagioni. L’autunno tinge tutto di nuovi colori: il marrone che simboleggia la madre terra, il rosso fonte di energia vitale e il giallo che rappresenta il sole.

È una cromoterapia naturale destinata a influenzare positivamente la nostra risposta immunitaria ai mesi più freddi dell’anno. Gli stessi colori li ritroviamo in gran parte nella dieta di stagione, a partire dai semi che hanno proprietà importanti per il nostro organismo. Sono ottime fonti di acidi grassi essenziali e riducono i rischi cardiovascolari.

 

I semi oleosi

Andiamo insieme ad esplorare i semi e loro proprietà nutritive. Iniziamo da quelli di lino, grandissimi alleati dell’intestino. La presenza di mucillagini facilita infatti il transito intestinale e riduce la stipsi. Gli Omega 3 tengono lontane ipertensione e osteoporosi, oltre ai problemi cardiaci. L’olio di semi di lino contrasta infiammazioni, colesterolo, ipertensione e artrite.

Per chi è a dieta, i semi di girasole, hanno un minore contenuto calorico rispetto agli altri. Contengono molti minerali, tra cui il ferro e una grande quantità di vitamine del gruppo B ed E. Anche i semi di girasole contengono l’acido linoleico che abbassa il livello di colesterolo nel sangue.

I semi di sesamo sono invece una fonte eccezionale di calcio e riducono le probabilità di osteoporosi. Sono indicati anche a quanti sono allergici al lattosio o preferiscono non assumerne. Consigliati durante la menopausa perché contrastano l’osteoporosi e sono un buon alleato nell’arginare colesterolo e pressione sanguigna alta.

Infine, i semi di zucca che contribuiscono a prevenire il cancro alla prostata, stimolano il sistema immunitario e, grazie agli Omega 3 e allo zinco, prevengono osteoporosi e artriti.

 

Dalle castagne ai pinoli

Quando si pensa all’autunno, vengono subito in mente le castagne, fonte eccellente di potassio, ferro e magnesio. Ma non dimentichiamoci delle noci: quest’ultime hanno proprietà fortemente nutrienti grazie alla presenza di olio, calcio, ferro e vitamina E. Anche le mandorle e i pinoli forniscono molti elementi nutritivi come la vitamina E, ferro, zinco potassio e oli polinsaturi.

 

Rinforziamo le difese

Nei mesi autunnali è utile preferire un’alimentazione che aiuti il sistema immunitario ad affrontare il freddo e le tisane possono diventare un appuntamento quotidiano importante. Sono utili gli infusi a base di vitamina C e di cardamomo che, oltre a proprietà detox, liberano le vie respiratorie, prevenendo tosse e raffreddore.

Vi proponiamo la ricetta della tisana con lo zenzero, che aiuta a contrastare i mali di stagione. Sbucciate una porzione di zenzero e immergetela nell’acqua da portare ad ebollizione. Lasciare sobbollire per una decina di minuti, filtrare et voilà. Puoi berla calda, tiepida o fredda e dolcificarla con miele o zucchero di canna.

 

Un grasso amico: il colesterolo

Il colesterolo è un grasso importantissimo ed è indispensabile per molte funzioni del nostro organismo. Non va dunque demonizzato. Aiuta la formazione degli ormoni e ha un ruolo nella produzione di vitamina D, importante per il benessere delle ossa e del sistema immunitario.

Essendo un grasso, il colesterolo non si scioglie nel sangue e viene trasportato, dal fegato ai diversi organi attraverso strutture molecolari chiamate lipoproteine, che lo rendono idrosolubile: LDL, a bassa densità (colesterolo “cattivo”) e HDL, ad alta densità (colesterolo “buono”). Se il livello di colesterolo è alto, si deposita sulle pareti delle arterie fino a produrre placche che ostacolano il flusso del sangue ed è tra i principali fattori di rischio di malattie cardiache. Buoni livelli di HDL nel sangue rappresentano invece un fattore positivo. La lipoproteina HDL svolge il ruolo di spazzino: rimuove il colesterolo dal sangue, proteggendo cuore e vasi.

Il colesterolo può essere misurato solo con un esame del sangue. In farmacia è possibile ottenere queste indicazioni, in modo accurato e veloce, attraverso il Profilo Lipidico Completo: esame del colesterolo HDL, LDL, Trigliceridi e Glucosio. Richiede un solo prelievo di sangue capillare dal dito e consegna una risposta in pochi minuti. Chiedi maggiori informazioni al tuo farmacista.

Autrice articolo: Carla De Meo