Anche i cani e i gatti risentono degli effetti del cambio di stagione. Anche per questo è importante non sottovalutare gli improvvisi cambiamenti di umore che non sembrano motivati da cause contingenti. Ed è necessario sapere interpretare il linguaggio del corpo e la mimica facciale che l’animale apprende già in tenera età e che consente di capire come sta e come si rapporta con gli altri.

 

IL CANE: TRA SCODINZOLII E PANCIA ALL’ARIA

Lo scodinzolio è il segnale più comune: indica gioia, felicità e può essere accompagnato da girotondi attorno al padrone. Uno studio, condotto dalle Università di Trieste e Bari, ha preso in esame il comportamento e le reazioni di 30 cani, dimostrando l’importanza dell’orientamento della coda. Ci sono poi i momenti di grande relax e tranquillità quando il vostro cane si distende a pancia all’aria, in tutta la sua vulnerabilità, o mantiene le orecchie morbide e con gli occhi socchiusi guarda verso l’alto. Al contrario, il cane esprime paura quando ritira la coda tra le zampe posteriori, respira con fatica con gli occhi bene spalancati o si nasconde sotto divani, letti, tavoli. Sotto qualsiasi cosa lo possa proteggere. Anche la mimica degli occhi ci aiuta a interpretare le sue emozioni. Infine, le orecchie. Se appiattite sulla testa esprimono tensione, se dritte dimostrano un atteggiamento di attenzione da parte del vostro amico.

 

E IL GATTO?

Anche il gatto usa coda, occhi e orecchie per farsi capire. Di posizioni della coda se ne registrano almeno una decina. Per esempio, se è alta comunica amicizia e tranquillità; se è bassa preoccupazione e nervosismo. Ma anche le pupille raccontano lo stato d’animo dell’animale. Se tendono a restringersi indicano tranquillità se invece si dilatano possono trasmettere al tempo stesso un sentimento di gioia e di aggressività. Significativa la posizione dei baffi: se sono appiattiti sul muso, vuol dire che il gatto è spaventato e potrebbe passare all’attacco. Così se il pelo è arruffato. Quando invece il micio ha le orecchie tese e dritte dimostra interesse per qualcosa. Se le mantiene in posizione normale è tranquillo, se le abbassa è pronto a dare battaglia.