Giallo & arancione: i colori del benessere a tavola

Sono cinque i colori del benessere della frutta e della verdura: il verde, il bianco, il rosso, il blu/viola e il giallo/arancione. E con l’arrivo dell’estate, non potevamo che dedicarci al colore giallo & arancione, che ci rimanda all’energia, al calore e alla forza vitale del sole.

Frutta e verdura che appartengono a questo gruppo sono ricche di bioflavonoidi, potassio, vitamina C e carotenoidi. In particolare, il betacarotene è un potente antiossidante, consigliato nella prevenzione di patologie cardiache e tumori.

Benefici per la salute

Questo gruppo alimentare ricopre una funzione importante nel contrastare il normale invecchiamento delle cellule, supporta le regolari funzioni del sistema immunitario e riduce l’insorgere dei crampi muscolari. Ma non è tutto: la trasformazione del betacarotene in vitamina A contribuisce alla salute della vista e delle mucose.

Gli agrumi garantiscono, inoltre, un elevato apporto di acido folico, fondamentale nell’alimentazione della donna in gravidanza, e di vitamina C, che contrasta il colesterolo cattivo, tiene sotto controllo la pressione arteriosa, favorisce la digestione, mantiene sane ossa e articolazioni, prevenendo malattie degenerative.

Attenzione alla glicemia

La glicemia svolge un ruolo fondamentale per tutti gli organi del corpo. La risposta glicemica di un individuo a un cibo è molto soggettiva e può essere influenzata anche da fattori esterni, come l’attività fisica prima del pasto, il ciclo ormonale o la combinazione di più cibi contemporaneamente.

Tuttavia, gli scompensi nei livelli di glicemia possono comportare disturbi che vanno da sete e debolezza a vertigini, ansia e stordimento. Addirittura, picchi prolungati di glicemia dopo i pasti possono trasformarsi in veri e propri fattori di rischio per patologie cardiache o disfunzioni del metabolismo con eccesso di grasso corporeo e sovrappeso, fino ad arrivare al diabete.

Per questo è utile sapere che a ogni cibo viene associato un Indice Glicemico, ovvero un “numero” che permette di capire quanto un alimento può influire sull’andamento della glicemia. Va anche detto che non si tratta di un riferimento assoluto perché, ovviamente, non è tarato sulla risposta individuale. La misurazione esatta della glicemia avviene solo attraverso uno strumento detto glucometro. Possiamo comunque adottare alcune sane abitudini per contribuire a mantenere costanti i livelli di glicemia nel sangue. La dieta, per esempio, rappresenta lo strumento fondamentale.

Di seguito puoi trovare alcune regole da introdurre nel quotidiano per tenere sani i tuoi livelli di glicemia: variare l’alimentazione; svolgere regolarmente attività fisica; migliorare la qualità del sonno; controllare il peso e il girovita; contenere lo stress; aumentare il consumo di fibre; privilegiare alimenti integrali; associare cibi grassi ai carboidrati; effettuare periodicamente analisi del sangue.

Autrice articolo: Carla De Meo