Mare, montagna, campagna o città: il periodo delle vacanze è iniziato e nella nostra valigia non dovremmo mai dimenticare i prodotti per proteggere la pelle, soprattutto nei primi giorni di esposizione.

Il percorso giusto per una pelle sana e abbronzata? Iniziamolo insieme!

 

PREPARIAMO LA PELLE

Prima di iniziare la stagione, dobbiamo preparare la pelle. Questa prima fase serve per avere poi un’abbronzatura più duratura e uniforme.

 Come? Con uno scrub!

Lo scrub è un prodotto composto da una parte cremosa o oleosa e da una componente abrasiva o esfoliante a base di polveri di origine naturale. Massaggialo sulla pelle umida, servirà a favorire il ricambio cellulare eliminando le cellule morte dello strato superficiale dell’epidermide e stimola la circolazione. Alla fine del massaggio, sciacqua accuratamente la pelle e metti un idratante per una cute più liscia ed elastica.

E per proteggere la tua pelle? Scegli un solare green!

I moderni solari devono avere una formulazione priva di rischi per la pelle ma anche rispettosa dell’ambiente. Un esempio sono i solari salva-oceani formulati con ingredienti eco-friendly per rispettare l’ecosistema marino e da evitare sono invece i prodotti con petrolati come paraffina e vaselina, che sono sostanze non biodegradabili. Al loro posto ci sono solari contenenti ingredienti vegetali o altre sostanze amiche dell’ambiente.

L’abbronzatura, quella a tavola!

Per ottenere una abbronzatura perfetta in modo sano e naturale, ti diamo alcuni semplici e utili consigli da seguire anche a tavola

  • Frutta e verdura ricche di carotene come pomodori, carote, albicocche, melone, verdure a foglia verde, che stimolano la sintesi della melanina.
  • spremute di limone e acqua minerale per rivitalizzare la pelle, purificare l’organismo e rendere la cute luminosa.
  • Piatti ricchi di vitamine e antiossidanti come salmone e sgombro e oli vegetali e cereali ricchi di vitamina E.

 

SE LA CONOSCI, LA PROTEGGI AL MEGLIO.

Prima di esporsi al sole, sempre con gradualità ed evitando le ore centrali della giornata è importante conoscere il proprio fototipo. Una pelle chiara è particolarmente predisposta a sviluppare eritemi e scottature, ma anche le carnagioni più scure vanno protette con solari adatti.

E per i bambini?

Si devono usare sempre prodotti con un filtro protettivo alto, meglio in formulazioni fluide.

Cosa si rischia?

Una scorretta esposizione ai raggi UV può provocare eritemi e scottature ma si rischiano anche problemi irreversibili per la pelle come la perdita di elasticità, l’invecchiamento precoce e l’insorgenza di melanoma.

Vuoi proteggerti al meglio?

Chiedi sempre consiglio al tuo farmacista!